Cos’è il fumetto (seconda parte)

Postato in: Articoli | Posted on by desnuda

Non ci sono storie belle o brutte, ma semplicemente storie raccontate bene o raccontate male…

L’importanza di scrivere i fumetti (parte 2)
Tutti i ruoli del Disegnatore

Non ci sono storie belle o brutte, ma semplicemente storie raccontate bene o raccontate male!
Spesso si associa il fumetto solo ed esclusivamente al disegno… Ma senza una buona storia, senza dei personaggi avvincenti e senza una buona narrazione, i disegni rimangono fini a sé stessi! E con questa affermazione non si vuole assolutamente togliere importanza al disegno, anzi!

Innanzitutto il disegno di copertina. È importantissimo: è quello che per primo attira la nostra attenzione e deve convincerci a prendere in mano quell’albo, a sfogliarlo, a dargli una possibilità!
Altrettanto importanti sono i disegni della storia! Soprattutto in funzione di una prima sfogliata del fumetto… Ma dei bei disegni vanno anche sapientemente gestiti con una buona regia!

Regia? Nel Fumetto?
Già, come nel cinema anche nel fumetto esiste una regia, ed è importantissima e spesso davvero molto impegnativa.
E la regia è in mano al disegnatore che deve scegliere le inquadrature più belle ma anche più funzionali per dare ritmo alla scena e focalizzare l’attenzione del lettore su ciò che è più importante.
È questa una delle chiavi del ritmo narrativo: alternare sapientemente le inquadrature sfruttando la già citata “Closure” (ciò che il nostro cervello ricostruisce in ciò che avviene tra una vignetta e l’altra).
Tutto qui? Beh, certo che no, perché il disegnatore ha anche il compito di dirigere tutti gli attori e, tramite sua la matita e l’inchiostro, interpretarli mettendo in scena splendidi sorrisi, espressioni drammatiche, tristi o furiose a seconda della necessità! E cosa assai affascinante, nel fumetto, non servono effetti speciali esagerati per creare espressioni davvero sopra le righe!!!

E chiaramente i personaggi si muovono e vivono in un ambiente. A chi tocca quindi, nel fumetto, creare e “costruire” tutti gli ambienti? Ovvio, al disegnatore. Siano essi basi spaziali, giungle tropicali o semplici appartamenti, questi dovranno essere progettati, riempiti di vegetazione o arredati a seconda del caso e dell’epoca.
Già, anche l’epoca è importante poiché il disegnatore, che svolge anche il ruolo del costumista, dovrà vestire ogni singolo personaggio, primario o secondario, con divise, armature e indumenti realistici, storici o fantastici!

Ci avevate mai pensato che il disegnatore deve fare tutte queste cose? Beh, non preoccupatevi, sono solo una parte del lavoro…

<- PARTE PRIMACONTINUA CON LA TERZA PARTE ->

[Autore: Paola Chesi]

-

commenti

Powered by Facebook Comments